Antropologo fisico

L'antropologo fisico svolge attività di individuazione, conoscenza, protezione, gestione, valorizzazione, ricerca, formazione, educazione inerenti ai beni antropologici e paleo-antropologici. I campi di competenza dell’Antropologia, intesa come storia naturale dell’uomo, sono la filogenesi, l'evoluzione e l’etologia dei primati; l’analisi e la sistematica dei resti fossili della linea evolutiva umana; la bioarcheologia, nei suoi aspetti osteologici, paleodemografici e molecolari; l’evoluzione delle culture e delle strategie di sussistenza nei loro aspetti naturalistici. I campi rilevanti per le scienze della vita sono: la ricostruzione della storia del popolamento umano attraverso lo studio di marcatori bioantropologici e molecolari; la biodemografia; la biodiversità delle popolazioni umane in relazione ai processi di adattamento; la biologia umana anche nelle applicazioni utili a comprendere la diversa suscettibilità alle malattie delle popolazioni umane; la valutazione delle caratteristiche antropometriche e della composizione corporea in relazione al ciclo vitale e alle attività motorie. Trova applicazioni in campo ergonomico, antropologico - forense, archeoantropologico e museologico.
Compiti fondamentali:

  • Individuare, analizzare e documentare beni antropologici e paleoantropologici.
  • Tutelare e conservare i beni antropologici e paleoantropologici.
  • Dirigere musei e luoghi della cultura e curare collezioni e mostre di interesse antropologico e paleoantropologico.
  • Svolgere attività di studio, ricerca, pubblicazione scientifica e divulgativa, alta formazione, didattica ed educazione nel campo dell'antropologia, della paleoantropologia e delle discipline affini e collegate.

BANDO ANTROPOLOGO FISICO
PROFILO ALLEGATO AL DM 244/2019 ANTROPOLOGO FISICO