Esperto di diagnostica e di scienze e tecnologia applicate ai beni culturali

L’esperto di diagnostica e di scienze e tecnologia applicate ai beni culturali (afferente in ambito internazionale alla figura del conservation scientist) svolge attività di ricerca, analisi e interpretazione dei dati relativi alla materia costitutiva dei beni culturali, ai processi di degrado della stessa, all’interazione dell’ambiente (sia di rinvenimento che di conservazione) con il bene culturale, alle tecniche di costruzione e allo stato di conservazione. Collabora inoltre con le altre figure partecipi dell’intervento conservativo alla definizione dei materiali più idonei per l’esecuzione degli interventi di restauro e alla fase di manutenzione; monitora l’efficacia dell’intervento di restauro e lo stato di conservazione nel tempo.
Compiti fondamentali:

  • Analizzare e documentare la materia costitutiva e il degrado dei beni culturali.
  • Progettare o collaborare alla progettazione degli interventi conservativi o conoscitivi sui beni culturali.
  • Dirigere laboratori e curare iniziative sulla diffusione delle tecnologie collegate ai Beni Culturali.
  • Svolgere attività di studio, ricerca formazione ed educazione nel campo della diagnostica dei Beni Culturali e delle discipline affini e collegate.

BANDO ESPERTO DI DIAGNOSTICA
PROFILO ALLEGATO AL DM 244/2019 ESPERTO DI DIAGNOSTICA